domenica, febbraio 15, 2009

Perché l'IL inquinamento italiano è superiore?

Tralasciando i discorsi relativi alla scala di bortle già accennati in precedenza che non può essere applicata nel nostro paese, soprattutto per il semplice fatto che un esperto osservatore di stelle viariabili può vedere differenze di circa 0.1 magnitudine sulle stelle, vorrei spendere 2 parole  sulla differenza sostanziale dell'inquinamento luminoso di paesi come francia germania spagna e naturalmente usa.

E' possibile appurare di fatto grazie all'ultimo articolo di Sky&telescope di febbraio di Tony Flanders dove è presente tra l'altro anche un podcast:

http://www.skyandtelescope.com/urbanobserving

di comprendere meglio perchè c'è un cielo più buio.

Quello che mi ha subito colpito più che altro è stata la rappresentazione con bozza come si vede qui di m31 al telescopio. I disegni fatti sono rispettivamente da una ipotetica zona rossa e addirittura da zona bianca. La prima cosa che mi ha insospettito è che sembrano molto esagerati o sottistimati; nel senso che come appare in zona rossa, m31 a me pare più una riproduzione per noi da una osservazione in zona gialla e quella della zona bianca per noi si riferisce più ad una una zona arancione. Possibile che la valutazione sulla dispersione luminosa delle città sia così diversa dalla nostra?
Non c'è bisogno che qualcuno per dire da milano ci delucida su cosa vede dal proprio centro o dintorni in quanto già da una zona arancione m31 è del tutto invisibile se non con ausilio di binocolo.

Da cosa dipende tutta questa differenza? Possibile che noi ancora una volta (mi riferisco a un confronto politico economico sociale con gli altri paesi ) siamo sempre i più sfigati? Leggendo l'articolo con attenzione si notano dei punti fondamentali che aiutano a valutare meglio; ad esempio con questa frase: 75% of its population is concetrated in a dozen metropolitan areas. If the country's population were spread uniformly, the whole map would  
probably the colored yellow

(il 75% della sua popolazione è concentrata in una dozzina di areee metropolitane. Se la popolazione nel paese fosse diffusa uniformemente, l'intera mappa probabilmente sarebbe colorata di giallo)

Come volevasi dimostrare dove si concentra uniformemente la popolazione da noi? In pianura padana naturalmente! Un'altra realtà tutta italiana...

http://www.lightpollution.it/download/itamini.jpg

Quale è quindi la differenza?
Loro soffrono si di grosse zone rosse o bianche  ma godono nelle periferie di altrettante zone enormi grigie e blu mentre c'è da dire che le zone verdi essendo periferiche sono molto più circoscritte; noi invece abbiamo giallo ovunque e qualche piccola area verde, non contando il paio di uniche blu minuscole. 
Ancora una volta quindi abbiamo la situazione peggiore ingigantita pure da una cattiva gestione dell'illuminazione dedita esclusivamente allo spreco.

Nelle tecniche di osservazione nell'articolo cita benissimoche meglio è osservare dalle 23 in poi in quanto le persone SPENGONO le luci dei giardini e delle proprietà mentre da noi non solo sono accese tutta la notte ma vengono accese molto prima che diventi buio e spente molto dopo che c'è già luce al mattino!
Tra l'altro basta solo vedere la normativa degli alberghi che impone di tenere sempre accese lampade di emergenza su ogni balcone e luci accese  
ovviamente nel giardino o posteggio.
Frasi quanto bastano per definire una realtà sempre tutta italiana dedicata allo spreco e allo sperpero di energia e dimostrare che la battaglia  
all'inquinamento luminoso è solo pura utopia; direi più dedicata alla vendita di corpi illuminanti con la scusa che sono a norma e ovviamente più cari. Un'altra casta nella branca dell'illuminotecnica insomma.
 
Un'altra fondamentale situazione tipica che noi NON abbiamo assoulutamente è la possibilità di osservare in notti prive di umidità quale determina un aumento dello skyglow e dove da noi guardacaso sono sempre più rare le notti terse e trasparenti avendo nella media umidità fissa al 60-70% quando va bene. (Ricordo che in Namibia l'umidità è solo del 8%)
 
Concludo poi con una chicca

Sempre sul numero di Sky&Telescope ma questa volta di gennaio, leggo per caso questa frase a pag. 85:

Globe at Night (da cui parte l'iniziativa) will be held from March 16-28, which overlaps the international Earth Hour "lights out"!!

Ulteriori informazioni su: http://www.globe.gov/GaN/

Ancora una volta siamo presi per il culo! Si proprio così, visto che all'iniziativa aderiscono ben 62 Paesi!! Mentre da noi ci dannno il contentino con un iniziativa tipo M'illumino di meno tra l'altro TUTTA ITALIANA e pure totalmente inutile in quanto partita con il 13 febbraio che significa in presenza di luna piena o poco meno.

Un'altro schifo che devo riportare quindi vista invece la lodevole iniziativa di Globe at Night di spegnere le luci sotto luna calante e luna nuova, in modo veramente così da apprezzare come giusto che sia il firmamento.

Adesso non so voi ma tra l'altro vi riporto cosa hanno spento da me nella zona dove abito, ovvero un bel nulla!

Sono le 18.40 e da casa mia non vedo spento niente
il solito campetto da calcio è acceso tra l'altro sempre accendendolo molto prima ( ore 14.00) perchè si scaldino le lampade che si spegneranno a tempo dopo mezzanotte, il parco vicino è acceso sebbene come sempre a quest'ora non c'è nessuno (i ragazzetti finiscono di giocare dopo il tramonto) con spegnimento automatico all'alba, la serra del comune di fronte a me ha i fari accesi per illuminare il caseggiato dove ovviamente han finito di lavorare e rimarrà accesa tutta la notte per paura di ladri, il cimitero sebbene chiuso è completamente illuminato con spegnimento anche lui all'alba per paura di sette sataniche ladri di tombe o cos'altro... Cosa hanno spento? difficile dirlo forse qualche chiesa o monumento sperduta in mezzo alla città. Sicuramente un paio non di più
Mi spiace solo di non poter valutare se anche stanotte le piste da sci sono accese, ma lo sono di sicuro per i temerari nottambuli; sempre che esistano...

Scopo dell'inziativa M'illumino di Meno:
aderisci anche tu cittadino spegnendo le luci così possiamo illuminare le più belle piazze d'italia!

1 Commenti:

At 15 febbraio 2009 19:21, Blogger franco said...

Caro Paolo hai ragione, qui in Italy abbiamo solo il piacere di parlare e sparlare.
Dietro molte iniziative spesso ci sono proprio le lobi ,prime inquinatrici,che hanno tutto il piacere di finanziare questi eventi per far si che la popolazione creda che loro sono i primi impegnati nella lotta alla salvaguardia dell nostro ambiente.
Daltro canto la nostra penisola per conformazione geografica e clima mediteraneo ,offre temperature gradevoli, che spingono molti a costruire in montagna la casetta estiva, poi la cecita di alcune amministrazioni, fa si che autorizino a costruire dapertutto, comprese cime di monti, dove si nega la possibilita di fare un misero osservatorio ad un singolo astrofilo perche' zona parco! e regolarmente qualche anno dopo nasce per soddisfare le richieste di gente che cerca il contatto con la natura incontaminata,un insediamento dal forte impatto ambientale e dal forte inquinamento luminoso.(Per tutelare la sicurezza dei villeggianti).
Ma il cielo non fa parte della natura? oppure se lo sono scordato al punto che nessuno lo cerchi piu e quindi non fa parte del pacchetto vacanza?

E le lucciole dove sono finite, un tempo tempestavano i siti notturni piu bui tra maggio e giugno in particolare..ora chi le avvista deve ritenersi fortunato, anzi miracolato!
il forte inquinamento le ha fatte scomparire....

http://it.wikipedia.org/wiki/Luminescenza_negli_insetti#cite_note-5

By Franco

 

Posta un commento

<< Home