lunedì, gennaio 23, 2006

Inquinamento luminoso in Alpago

Panorama della valle d'Alpago, causa dell'inquinamento luminoso locale dei rifugi Carota e Dolada. L'immagine, composta di 5 scatti grandangolari (28 mm equivalenti), si estende da ENE a SSO. A sinistra Lamosano (la luce intensa è l'illuminazione a giorno di una zona franosa), verso destra i paesi molto più popolati che si affacciano sul lago di S. Croce.
Canon PowerShot S60, 5.8 mm (28 mm equivalenti) a F/2,8, 400 ISO, 15 s di esposizione.

2 Commenti:

At 23 gennaio 2006 21:39, Blogger Stargazer said...

Mi sembra un po' tantino quell'inquinamento
ma siamo sicuri che la zona è più buia del Camini?

 
At 23 gennaio 2006 22:35, Blogger Mauro Da Lio said...

Lo saprai quando verrò a misurare i Camini. Sembra tanto ma leggi i valori RGB e considera che l'esposizione era di 15 secondi a F/2,8 e 400 ISO (vedi un po' nelle stesse condizioni le foto da casa mia). Metterò un articolo apposta, per il momento ti anticipo che le mie stime della luminanza del cielo sono di magnitudine circa 20.5 (per secondo d'arco quadrato) in direzione S a circa 45° di altezza (quella più inquinata). I puntini che vedi nel cielo in foto, nonostante la scalatura, sono le stelle della Lepre e quelle basse del Cane Maggiore.

 

Posta un commento

<< Home